la Fratellanza – il Progetto

La Fratellanza nasce da una semplice idea: condividere un po’ del nostro tempo e raccontare nel concreto il nostro rapporto e il nostro modo di vivere l’essere fratelli

Abbiamo pensato allora che fosse divertente, in primis per noi, provare a documentare le nostre esperienze, il nostro modo di vivere l’essere fratelli.

Guardandoci attorno e confrontandoci, ci siamo accorti che il rapporto che si genera tra fratelli è un argomento molto attuale e che apre la porta a infinite discussioni, dibattiti e riflessioni.

Ci si può amare alla follia, ci si può odiare profondamente o ignorare categoricamente, ma nessuno può scegliere di cancellare dal proprio albero genealogico un fratello. 

con Umiltà

Non abbiamo la pretesa di insegnare qualcosa a qualcuno e siamo consapevoli che non siamo dei professionisti del web marketing e del videomaking.

Lo sappiamo già che sul nostro cammino semineremo talmente tanti errori tecnici da far tremare le gambe ai maniaci del dettaglio… è vero, la nostra dizione e il nostro bagaglio lessicale faranno ribaltare nella tomba i padri fondatori dell’Accademia della Crusca…

così Come Siamo

… noi però abbiamo scelto di condividere il nostro percorso per come siamo davvero, senza fronzoli o percorsi studiati a tavolino, sperando nel nostro piccolo, di puntare, non tanto i riflettori, ma qualche lampadina, su un argomento così tanto grande quanto troppo spesso ignorato.

La Fratellanza a noi “ci piace” tantissimo e se avete voglia di seguirci ve la racconteremo…
… dal nostro “punto di VITA”.

chi Siamo?

i Fratelli si presentano

“Se vuoi cambiare il mondo,
comincia da te stesso“.

(Mahatma Gandhi)

Elena Bonalumi – la Sorella maggiore

Sono ormai una figlia e sorella quarantenne, divenuta nel tempo moglie di Emanuele, la mia “roccia gemella” e mamma di un meraviglioso e impegnativo bambino, Alessandro.

Nasco professionalmente come Educatrice Professionale con laurea quadriennale.
Nel 2016 prendo una seconda laurea in Logopedia, professione sanitaria, come approfondimento e sviluppo delle mie competenze.

Nel frattempo comprendo che più di tutto, per la mia autentica soddisfazione e realizzazione, necessito di più tempo per Me, di un’ulteriore crescita personale e di essere più presente e con qualità verso mio figlio e mio marito.

Ora sono una Networker e ho conquistato una vita libera, secondo i miei parametri.
Vivo la mia professione attraverso la passione per l’educazione degli adulti e la formazione longlife, con il desiderio di accompagnare tante persone come me nel loro cammino verso la consapevolezza di sé e la realizzazione del proprio autentico e profondo progetto di Vita personale, anche attraverso l’apprendimento di una nuova realtà professionale in Italia, che conduce alla libera professione e allo sviluppo di impresa.

E da questa esperienza si è sviluppata una mentalità che mi ha portato a dar vita a una serie ulteriore di idee e progetti che amo.

Amo anche le albe e i tramonti, i paesaggi di campagna, il gusto e gli insegnamenti del Viaggio. Amo le persone, ma anche gli animali, soprattutto i gatti.
Amo il buon cibo, soprattutto quello italiano e i dolci. Amo l’Italia. Amo leggere e scrivere. Amo la musica italiana e anche cantare, ma non ne sono capace!
Amo la Vita e desidero ridere, sorridere e vivere al meglio le esperienze che essa dona e condividere tutto ciò con più persone possibili.

“Un uomo che vive di ricordi, diventa vecchio. Uno che vive di progetti resta giovane.

(Bruno Munari)

Andrea Bonalumi – il Fratello minore

Sono un grafico e creativo freelance. La mia professione nasce da un istinto, da una passione e da qualcosa che mi sono ritrovato dentro fin da quando ero bambino. Non me la sono scelta ma ho lasciato che questa mia attitudine mi guidasse durante tutto il percorso.

Dopo la formazione professionale e dopo anni di esperienza come dipendente presso alcuni studi e agenzie tra Milano e Monza, ho scelto con ottimismo e dedizione la strada della libera professione.
Uno stimolo nuovo per rinnovare le mie motivazioni e costruirmi una personalissima forma di professionalità basata sull’ascolto, sulla relazione e rapporti di fiducia con clienti e collaboratori.

“Ti fidi di me?” è la frase che definisce la mia filosofia e tutta la mia identità sia online che offline. Il mio lavoro consiste pertanto nel costruire l’identità dei miei clienti mettendo al centro di ogni progetto le loro idee e il loro gusto.

Un percorso in grado di rendere unici, tangibili e concreti i loro desideri. 
Perché un sogno è bello se lo puoi immaginare ma diventa fantastico se lo puoi vedere o addirittura toccare.

Lavoro a parte nutro una grande passione per la buona cucina, per la musica, quella ascoltata ma soprattutto quella suonata. Fa parte di me, ed è il mio personalissimo modo per incanalare emozioni, sottolineare ricordi e momenti di gioia, trovare sfogo o consolazione. 

Canto così come mi viene, provo a suonare, senza grandi pretese, qualsiasi strumento che mi passa sottomano e la cosa mi fa stare bene
Allora se ti capita di essere ad ascoltare musica, in qualche locale tra Milano e la Brianza, guardati attorno perché potresti trovarmi lì, sopra o sotto i palchi.